Le leggi della memoria 10


In questo articolo ti voglio svelare alcune leggi della memoria, si tratta di indicazioni preziose per utilizzare meglio la memoria e per apprendere più facilmente.

attenzione - iomemorizzo.it

  • Attenzione: si ricorda meglio quando ci si concentra e si presta particolare attenzione alle nuove informazioni. Si tratta di focalizzare la nostra mente su ciò che si deve apprendere, analizzandone i passaggi, i dettagli. L’attenzione si esprime al meglio sotto forma di domande, come ad esempio: “qual è la caratteristica principale? quali informazioni conoscevo e quali sono nuove? quali altri punti di vista posso considerare? in cosa si differenziano questi elementi? cosa li accomuna? come posso personalizzare questo argomento?”

 

  • associazione - iomemorizzo.itAssociazione: si memorizza meglio quando si crea una rete associativa attorno a ciò che si deve imparare. L’associazione per essere efficace deve seguire regole precise, puoi trovare maggiori dettagli su questo all’interno dell’ebook “I segreti della memoria: memorizzare testi e discorsi in pochi minuti”. Per scaricare gratis l’ebook CLICCA QUI.

 

 

  • categorie - iomemorizzo.itClassificazione: si apprendono meglio le informazioni ordinate per categorie (definizione-caratteristiche / problema-soluzione / prima-dopo / ecc). La mente ha la capacità di assimilare 7 più o meno 2 informazioni nuove (quindi da 5 a 9) per volta.

 

 

  • codifica - iomemorizzo.itCodifica: si ricordano meglio le informazioni che sono codificate sia a livello verbale che per immagini

 

 

 

  • simile - iomemorizzo.itGeneralizzazione: si apprendono e si ricordano più facilmente informazioni simili a quelle già divenute note.

 

 

 

  • immagine - iomemorizzo.itImmagini: le immagini concrete si ricordano meglio dei concetti astratti, quindi si può ricordare meglio un concetto astratto se lo si trasforma in immagine concreta. Imparare a sfruttare le immagini è uno dei punti fondamentali per migliorare la memoria, per questo durante il corso di tecniche di memoria ogni allievo viene guidato affinché trovi il modo per lui più efficace di trasformare concetti astratti in concreti.

 

  • interesse - iomemorizzo.itInteresse: apprendiamo più facilmente ciò che ci interessa. Ma quando l’interesse è poco e dobbiamo ricordare? L’interesse va creato tramite l‘attenzione e tramite alcune strategie quali l’amplificazione sensoriale. Quando studiamo possiamo amplificare le informazioni più importanti utilizzando i canali visivo, uditivo e motorio. Ad esempio, se dobbiamo memorizzare una formula possiamo amplificarla a livello:
  1. VISIVO: ingrandendola su una lavagna, aggiungendo decorazioni grafiche, colori.
  2. UDITIVO: udendo il suono delle parole che la descrivono, possiamo amplificare questo suono fino ad urlarlo nella mente
  3. MOTORIO: ad esempio immaginando che la mano scriva la formula sul muro sempre più rapidamente. o immaginare che le nostre impronte scrivano la formula sul pavimento e noi la percorriamo sempre più rapidamente.
  • preconoscenzePreconoscenze: si apprende più facilmente quando si attivano delle preconoscenze. Per recuperare le preconoscenze bisogna soffermarsi qualche minuto sull’argomento e chiedersi “che cosa conosco già su questo argomento?” Quando l’apprendimento di nuove informazioni è basato su preconoscenze, l’acquisizione è rapida ed immediata, mentre quando non possiamo partire da preconoscenze, l’acquisizione iniziale è lenta e più faticosa.

 

  • revisione - iomemorizzoo.itRevisione guidata e programmata: la revisione guidata, cioè attraverso appunti o meglio ancora mind mapping e strategie di accesso alle informazioni (che puoi apprendere al corso di tecniche di memoria e apprendimento efficace IoMemorizzo), è molto più efficace della rievocazione “casuale”. Inoltre la revisione va programmata secondo tempistiche precise, in base alla curva del ricordo la prima revisione, che è la più importante, va fatta assolutamente entro 24 ore dall’acquisizione delle informazioni.

 

  • seriale -iomemorizzo.itEffetto posizione seriale: nell’apprendimento di un brano si ricordano più facilmente la parte iniziale (effetto primacy) e la parte finale (effetto recency), meno la parte centrale.

 

  • simulazione -iomemorizzo.itSimulazione: si apprende meglio quando si ha la possibilità di esercitare praticamente con simulazioni o role play le informazioni da acquisire.

 

 

 

Queste regole sono alla base delle tecniche mnemoniche e ne determinano l’efficacia, se le applicherai anche tu potrai migliorare da subito la tua abilità di acquisizione e di ricordo di nuove informazioni .

A presto,
Marta


10 thoughts on “Le leggi della memoria

  1. Reply prom dresses at dillards Giu 16,2013 10:26

    I like the writer’s viewpoints on this subject. It’s refreshing to know that there are people out there with passion in their beliefs. I can appreciate the points made here and I concur with many.

  2. Reply nordstrom formal dresses Giu 17,2013 17:55

    Bonjour, j’ai bien apprécie cet article et j’en profite aussi pour partager une ressource précieuse qui traite des escrocs du web sur internet, par exemple sur les cartes bancaires : arnaques-sur-internet” Escrocs du net. Merci encore pour cet article !

  3. Reply stefania Giu 20,2013 14:24

    Blog fatto davvero bene. Se posso permettermi di dare un piccolo consiglio, cercherei di implementare meglio la funzionalit

    • Reply admin Giu 20,2013 19:01

      Grazie Stefania, i consigli sono sempre graditi! Gentilmente potresti specificare meglio che cosa intendi con implementare la funzionalità? grazie ancora,
      Marta

  4. Reply valeria Giu 23,2013 19:16

    Ho semplicemente aggiunto il tuo feed all’RSS Reader… continuo a seguirvi, Grazie!

  5. Reply greta Giu 26,2013 20:07

    Ottimo, articolo davvero interessante, era proprio quello che cercavo! Grazie per lo spunto!

  6. Reply giada Lug 3,2013 05:31

    Articolo molto interessante

Leave a Reply