Alla scoperta di uno strumento straordinario…

iomemorizzo.it

In questo periodo sto seguendo un percorso di formazione su argomenti per me completamente nuovi, non mi succedeva da molto tempo di aver bisogno di assimilare ogni giorno una tale mole di informazioni, e, ancora una volta, ho avuto conferma della straordinaria efficacia delle Mind Mapping… non so davvero come farei senza! Questo mi ha spinta a scrivere un articolo per far conoscere l’importanza di questo strumento; ti invito a leggere le prossime righe anche se già conosci le Mind Mapping, infatti potresti scoprire qualche curiosità in più o, magari, potresti condividere l’articolo con qualche tuo amico che ancora non le conosce.

Perché continuare ad usare solo una parte delle nostre facoltà?

Le Mind Mapping o Mappe Mentali consentono di usare entrambe gli emisferi cerebrali: attraverso colori, immagini, associazioni, gerarchie, parlano a tutte le aree del cervello,  e non solo ad una piccola parte.

Per struttura e caratteristiche le Mind Mapping sono adatte sia alle persone che ritengono di avere un’Intelligenza logico/analitica, sia alle persone che ritengono di avere un’intelligenza creativa.

Che vantaggi ha chi utilizza le Mappe Mentali?

Le Mappe Mentali sono nate come strumento per facilitare l’apprendimento scolastico, ma ormai sempre più professionisti si stanno rendendo conto dei vantaggi che offrono anche in ambito lavorativo. Chi le sa utilizzare in modo corretto e ne conosce i molteplici aspetti gode di notevoli benefici:

  • ottimizza le risorse e sfrutta maggiormente il proprio potenziale
  • riesce a gestire molto bene una grande quantità di informazioni
  • acquisisce una capacità di organizzazione quasi istantanea
  • nota uno sviluppo della creatività
  • riduce lo stress grazie ad una visione globale che consente una maggior consapevolezza delle varie situazioni ed una maggior padronanza delle informazioni
  • rende le attività meno pesanti e più divertenti dal punto di vista mentale
  • diventa molto facile ritrovare la concentrazione su un argomento, anche quando si viene interrotti

Come sono nate le Mind Mapping?

Tony Buzan, mentre studia all’Università, si accorge che il metodo di studio tradizionale  non funziona e fa perdere
un sacco di tempo:

  • Le informazioni chiave sono nascoste tra una marea di informazioni inutili o, quanto meno, di poca importanza
  • L’utilizzo di un solo colore nei libri di testo, rende noioso e quindi più difficile memorizzare i contenuti
  • Imparare è più faticoso in quanto mancano le associazioni, l’uso dei colori e delle immagini
  • L’emisfero destro, cioè la parte creativa del cervello, non viene affatto stimolata


Partendo da queste considerazioni e dalle conoscenze sul funzionamento del cervello, egli crea una metodologia che ha lo scopo di facilitare l’apprendimento, la memorizzazione e l’organizzazione di una grande quantità di informazioni.

Attualmente è utilizzata da milioni di persone in tutto il mondo e si diffonderà sempre di più, grazie alla sua facilità d’uso ed alla sua efficacia nel produrre risultati.

Come puoi imparare ad utilizzare le Mind Mapping?

Ci sono molti libri che ne parlano, trovi varie informazioni su web, puoi iniziare a cercare e a leggere, oppure puoi seguire uno dei corsi di apprendimento IoMemorizzo, così avrai a tua disposizione una persona esperta che può  aiutarti ad adattare facilmente questo strumento al tuo modo di essere, di pensare.

Se sei amante della tecnologia ecco una buona notizia per te: esistono numerosi programmi e applicazioni, gratuiti e non, per realizzare ancora più velocemente le tue Mind Mapping. Personalmente ti consiglio il software “Mind Mapping” di Tony Buzan, il software gratuito “FreeMind”, e la App “iMindMap”

Il segreto per imparare ad utilizzare bene questo strumento e goderne i benefici? Basta avere voglia di migliorare, voglia di sfruttare sempre meglio le proprie potenzialità e una mente aperta all’apprendimento.

A presto,
Marta

 

 

 

 

Leave a Reply